Conto corrente, bollo, aliquota, tagli, rendite, tasse….si prospetta un “buon” Natale!!!

Notizie preoccupanti che si affacciano sullo scenario natalizio ed oltre. Spending review da lacrime e sangue: 32 milardi di euro in tre anni e scure  anche  su Sanità e Scuola.

La mannaia non si avvicina minimamente verso il contenimento di altri costi inutili come per esempio sulla politica e su tutte le altre  sacche di privilegi.

Inoltre sorprese sui conti correnti, sui bolli, sulle aliquote, sulle rendite, sulle tasse etc etc. Un futuro amaro quindi.

“La rapina” di Natale è in agguato scrive il quotidiano LIBERO. Con la legge di stabilità, il Governo delle (ex) larghe intese ha messo nero su bianco l’ennesima mazzata fiscale, rendendo assai più pesante la patrimoniale in banca…”

E’ il caso di dire….“APERTO PER RAPINA” e…..


Per l’approfondimento delle notizie  CLICCA e CLICCA

2 comments on “Conto corrente, bollo, aliquota, tagli, rendite, tasse….si prospetta un “buon” Natale!!!
  1. Laura Madrigali scrive:

    Governicchio Letta, il prestito forzoso è già servito.

    Il prelievo forzoso sui conti correnti è in attesa sul primo binario.

  2. ermanno scrive:

    Francamente non so dire se le notizie diffuse dal giornale “LIBERO” possano essere reali o più semplicemente strumentali per creare ulteriore panico, non tra i grandi possessori di richezze, o tra i comuni cittadini che come formiche anche nella crisi più buia de secolo tentano chi ci riesce di arrivare alla fine del mese e con la cinghia tirata al massimo fini a perde il respiro, cercano di mettere da parte 5 o 10 euro al mese. Certo è, che con la revisione della spesa pubblica il commissario dovrà recuperare una trentina di miliardi, ma se lo dovesse fare con i prelievi sui conti correnti degli Italiani chepossegono depositi relativi ai loro miseri stipendi o sulle pensioni, allora si che il nostro Paese diventerà un campo di battaglia, altri aumenti sarebbero altrettanto inaccettabili. Allora sarà meglio che il professore rientrato dagli Stati Uniti, ci pensi non due ma cento volte e Governo e Parlamento che eventualmente dovranno approvare stiano attenti. Il tagli improduttivo di Ministeri, Regioni, ed altre istituzioni dovranno essere tagliati, cosi come andranno tagliati i costi impropri della politica attraverso il taglio del numero dei parlamentari, dei consiglieri regionali adeguando i loro stipendi compresi previlegi di cui godono. Dovranno essere tagliati tutti gli stipendi d’oro dei pubblici dipendenti ed ancor più le vergognose pensioni d’oro che superano i diecimila euro; ( dieci mila sono una cifra già esorbitante in un Paese nel quale ci sono pensionati al minimo che percepiscono 380 euro al mese). Comunque staremo a vedere se le notizie date da “LIBERO” e rimbalzate su questo sito saranno verificabili, per se lo fossero sarebbe una tragedia annunciata, altra cosa sarebbe se finalmente anche in Italia si procedesse a tassare rendite finanziarie e dico puramente finanziare, il cui valore dovesse essere dal milione di euro in su con la necessari progressione come avviene in altri Paesi non so della comunità. Pertanto credo che faremmo bene tutti ad essere vigili a ciò che accade quotidianamente, prendendo anche noi come gli Americani e gli Inglesi, una bandiera da sventolare che al tricolore associ anche la responsabilità per impedire dal basso che coloro che stanno in alto compiano altre “porcherie sulle spalle dei più deboli e tra questi ovviamente ci metto tutta la gente che lavora onestamente, sia come lavoratori di pendenti che come imprenditori. Il professore venuto dall’America sa bene che il lavoro senza impresa non c’è, cosi come l’impresa senza lavoratori non esiste e soprattutto non esiste se la maggioranza delle persone non hanno nulla da spendere. “Riflettiomo bene sulle informazioni che ci arrivano e agiamo sulla base dei fatti concreti e non sulla propaganda”. Ermanno Santini

Lascia una risposta