Pagamento a 30 giorni – ci siamo

Pagamento a 30 giorni – ci siamo

Approvato ieri in V commissione l’emendamento a firma di Vignali e Saltamartini che porta il pagamento delle fatture da parte dei committenti a 30 giorni.

L’art 83 bis, comma 12, che fissava precedentemente il predetto pagamento in 60 giorni è stato così modificato:

“12. Ferma restando l’applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, il termine di pagamento del corrispettivo relativo ai contratti di trasporto di merci su strada non puo’, comunque, essere superiore a sessanta giorni, decorrenti dalla data di emissione della fattura da parte del creditore, che deve avvenire entro e non oltre la fine del mese in cui si sono svolte le relative prestazioni di trasporto. E’ esclusa qualsiasi diversa pattuizione tra le parti, scritta o verbale, che non sia basata su accordi volontari di settore, conclusi tra organizzazioni associative di vettori rappresentati nella Consulta generale per l’autotrasporto e per la logistica, di cui al comma 16, e organizzazioni associative dei committenti.
Con la cancellazione delle paroline “e non oltre” è chiaro che viene fissato in 30 giorni dall’emissione della fattura

12. Ferma restando l’applicazione delle disposizioni di cuial decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, il termine di pagamento del corrispettivo relativo ai contratti di trasporto di merci su strada non puo’, comunque, essere superiore a sessanta giorni, decorrenti dalla data di emissione della fattura da parte del creditore, che deve avvenire entro e non oltre la fine del mese in cui si sono svolte le relative prestazioni di trasporto. E’ esclusa qualsiasi diversa pattuizione tra le parti, scritta o verbale, che non sia basata su accordi volontari di settore, conclusi tra organizzazioni associative di vettori rappresentati nella Consulta generale per l’autotrasporto e per la logistica, di cui al comma 16, e organizzazioni associative dei committenti.

One comment on “Pagamento a 30 giorni – ci siamo
  1. ermanno scrive:

    L’emendamento di cui all’oggetto, non può che rappresentare un’ottima notizia per le imprese di autotrasporto, le quali, indubbiamente diversamente da quello che ci dicono i vari osservatori economici regionali come quello delle Marche, vivono la crisi con sofferenza anche per le ataviche ragioni che esse do tempo immemorabile fungono da “banca” per la committenza. Infatti i costi di gestione che lievitano ogni giorno, i lavoro che manca e quando c’è tutti pretendono gli sconti, le regole che languono, pertanto la norma per il pagamento dei servizi resi a 30 giorni rappresenta il minimo che si possa fare, ora si tratta ci vedere se sarà approvato dal Parlamento. Dunque pur non condividendo la parte politica alla quale appartiene l’on. Saltamartini, non possiamo che ringraziarla e magari se fosse stato fatto prima, molte imprese potrebbero non aver chiuso i battenti per mancanza di liquidità. Comunque sono del parere che: “il meglio è il peggior nemico del bene”. Dunque bene hanno fatto.

Lascia una risposta