Multa,confisca e guida senza titoli per autotrasporto abusivo…era ora!!!

Multa,confisca e guida senza titoli per autotrasporto abusivo…era ora!!!

“Durante un controllo, la Polizia Stradale di Forlì ha fermato un autocarro che trasportava divani in contro terzi senza l’Iscrizione all’Albo degli Autotrasportatori. Se l’azienda era abusiva, pure l’autista di 46 anni residente in provincia di Rimini non si presentava meglio, perché guidava l’autocarro con la Carta di Qualificazione scaduta da tempo e senza dimostrare un regolare rapporto di lavoro con l’azienda titolare del veicolo. A fronte di queste due violazioni, le altre rilevate dagli agenti sembrano irrilevanti, seppure gravi: mancato passaggio di proprietà e guida senza cintura di sicurezza. Alle fine del controllo, la Polstrada ha elevato all’autista e all’azienda titolare del veicolo seimila euro di multa e ha sottoposto il camion a fermo amministrativo di sei mesi. Colpito anche il committente dell’autotrasporto con il sequestro a fine di confisca dei divani caricati.” trasportoeuropa

Dico: era ora, perchè di casi simili, in Italia, ce ne saranno tantissimi. Il fatto che sia stata colpita anche a committenza sta a significare che, stando ai fatti, certa committenza è “complice” di una malattia incurabile. Si cerca solo il sistema di risparmiare mettendo a repentaglio la sicurezza di tutti. Allora un grazie alla Polstrada per l’opera che sta facendo sul territorio, ma non basta. L’azione deve essere più capillare e mirata. Il caso segnalato e riportato da trasportoeuropa, manifesta una miriade di infrazioni ed una delle più importanti ed evidenti, sancita anche dal nostro sistema penale, è, spero, quella dell’esercizio abusivo della professione e che dovrà coinvolgere necessariamente anche la disattenta committenza.

CACCHIO E VENITE A FARCELO IN CASA FIAP (CESENA  FORLI’)  CHE DA SEMPRE LOTTIAMO PER LA LEGALITA’?