L’Albo stabilisce rimborsi pedaggi autotrasporto 2016!!!

L’Albo stabilisce rimborsi pedaggi autotrasporto 2016!!!

In barba a chi critica l’operato dell’Albo…..

“Il 3 luglio 2017 l’Albo degli Autotrasportatori ha avviato la procedura di riduzione compensata dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell’anno 2016.

Gli autotrasportatori che ne hanno diritto devono attuare l’intera procedura per via telematica, usando l’applicativo Pedaggi che si trova sul sito web dell’Albo degli Autotrasportatori. La procedura si articola in due fasi. La prima riguarda la prenotazione della domanda e terminerà alle 14:00 del 22 luglio 2017. I richiedenti devono inserire nel sistema i propri dati identificativi e i propri codici cliente rilasciati dalle società autostradali.
Possono presentare la prenotazione le imprese (compresi cooperative, consorzi e società consortili) iscritte all’Albo degli Autotrasportatori, le imprese o i raggruppamenti d’imprese che hanno sede in un Paese dell’Unione Europea con licenza comunitaria di autotrasporto merci in conto terzi, le imprese o raggruppamenti d’imprese con sede in Italia e licenza in conto proprio e le imprese o raggruppamenti d’imprese con sede nell’Unione Europea che esercitano trasporto in conto proprio.
La seconda fase inizierà alle 9:00 del 21 agosto e terminerà alle 19:00 del 6 ottobre 2017 e prevede l’inserimento dei dati relativi alla domanda e la firma e invio della domanda. Vi potranno partecipare solamente le imprese che avranno completato regolarmente la prima fase. Il calcolo della riduzione compensata dei pedaggi avviene sempre secondo fasce di fatturato, a partire da 200mila euro e prevede anche percentuali diverse sulla base della classe Euro del veicolo (quelli fino a Euro 2 non hanno diritto al beneficio). Le imprese che hanno pagato almeno il 10% dei pedaggi nelle ore notturne (ossia con ingresso tra le 22:00 e le 2:00 e uscita prima delle 6:00) hanno diritto a un’ulteriore riduzione del 10%.
Ecco le fasce di riduzione:

  • Fatturato da 200.000 a 400.000 euro con motore Euro 3: 2%
  • Fatturato da 200.000 a 400.000 euro con motore Euro 4: 3%
  • Fatturato da 200.000 a 400.000 euro con motore Euro 5 o superiore: 4%
  • Fatturato da 400.001 a 1.200.000 euro con motore Euro 3: 4%
  • Fatturato da 400.001 a 1.200.000 euro con motore Euro 4: 5%
  • Fatturato da 400.001 a 1.200.000 euro con motore Euro 5 o superiore: 6%
  • Fatturato da 1.200.001 a 2.500.000 euro con motore Euro 3: 6%
  • Fatturato da 1.200.001 a 2.500.000 euro con motore Euro 4: 7%
  • Fatturato da 1.200.001 a 2.500.000 euro con motore Euro 5 o superiore: 8%
  • Fatturato da 2.500.001 a 5.000.000 euro con motore Euro 3: 7%
  • Fatturato da 2.500.001 a 5.000.000 euro con motore Euro 4: 9%
  • Fatturato da 2.500.001 a 5.000.000 euro con motore Euro 5 o superiore: 10%
  • Fatturato oltre 5.000.000 euro con motore Euro 3: 9%
  • Fatturato oltre 5.000.000 euro con motore Euro 4: 11%
  • Fatturato oltre 5.000.000 euro con motore Euro 5 o superiore: 13% ………” da trasportoeuropa